Facebook INTERNATIONAL TRAPPIST ASSOCIATION
Login: Pass:

Abbazie | Abbaye Notre Dame de Brialmont (B)

Abbaye Notre-Dame de Brialmont
B - 4130 Tilff
tel. +32 (0)43 88 17 98 ~ fax +32 (0)43 88 10 44
e-mail: brialmont.abbaye@skynet.be

www.brialmont.be

 

Presentazione dell'economia dell'Abbazia Nostra Signora di Brialmont (B)

Le attività economiche dell'Abbazia di Brialmont si concentrano attorno a due grandi settori, legati agli obiettivi monastici delle monache: le attività di produzione e l’accoglienza degli ospiti.

La coltivazione artigianale di funghi champignons rappresenta la base delle nostre attività produttive della comunità. Si tratta del variante ‘agrarics marrone’, e la produzione è di circa 6 tonnellate per anno. I funghi si vendono in parte come prodotto fresco, in parte vengono transformati in diversi prodotti finiti. Si vendono nel negozio dell'Abbazia e in diversi negozi monastici belgi o stranieri. Attualmente circa 2/3 delle suore lavora nella coltura dei funghi. Contribuiscono insieme alla realizzazione di quest’attività di produzione.

La comunità possiede altresì un pollaio. Anche questo lavoro è una delle attività economiche delle suore.

Un nuovo negozio monastico è stato inaugurato nel 2004. Con la scelta della rinnovazione totale del loro negozio, le suore vollero attingere due obiettivi. Da una parte avevano bisogno di una piattaforma commerciale per vendere i loro prodotti, d’altra parte intendevano offrire una libreria monastica, offrendo ugualmente un’ampia scelta di diversi prodotti monastici e artigianali della regione. Il negozio è un'organizzazione con obiettivi lucrativi. 

Anche l'accoglienza monastica fa parte della struttura economica dell’Abbazia di Brialmont, anche se le suore non intendono ricavare un profitto tramite quest’attività. Il ricavato della foresteria viene usato solo per il mantenimento ed il miglioramento dell’alloggio. Anche la nuova foresteria è stata inaugurata nel 2004.
 

La struttura

L'economia dell'Abbazia di Brialmont ha un carattere molto agricolo e viene totalmente realizzata dalla comunità. Questa scelta è nata dal desiderio delle suore di avere un lavoro comunitario manuale. Hanno il vantaggio che quest’industria sia poco svillupata in Belgio. Questo significa che hanno un mercato per vendere i loro prodotti. Ci sono tuttavia alcune difficoltà inevitabili: l'economia della comunità dipende dalle fluttuazioni del mercato, in particolare per quanto riguarda i fornitori delle materie prime. Inoltre la coltura di funghi è sottoposta alle norme legali, così come ogni industria agro-alimentare. La seconda difficoltà ha a che vedere con la struttura della comunità. Il numero di suore diminuisce, e sono tuttavia costrette a mantenere una produzione costante. Le loro installazioni rinnovate ed i loro bisogni finanziari chiedono infatti una produzione più grande. La scelta delle suore di riservare questo lavoro unicamente alla comunità, privilegia il lavoro comunitario monastico. Questo valore aggiunto rispecchia però immediatamente l'investimento reale della comunità in questo processo di produzione.

Le prospettive

Le prospettive a breve termine sono piuttosto modeste, cioè: il mantenimento della struttura economica nell'ambito della comunità, tenendo presente il contesto economico attuale. Gli ultimi due anni hanno tuttavia dimostrato che possono mirare a un’espansione e uno sviluppo della coltivazione dei funghi. Anche la foresteria ha conosciuto un forte progresso e il suo potenziale è praticamente al massimo.

L'insieme della struttura economica dell’abbazia è stabile ed equilibrato. Le suore di Brialmont possono considerare un aumento della produzione, dipendente dal numero di persone attive nella comunità. L’infrastruttura è relativamente nuova e di un buon livello produttivo. E’ possibile progettare uno sviluppo delle attività economiche nel futuro.