I trappisti e la loro storia

I trappisti conducono una vita che segue la regola di san Benedetto da Norcia (nato nel 480 ca.), che propone uno stile di vita evangelica attraverso l’organizzazione di una vita monastica sobria, giorno dopo giorno. E ancora oggi è così. La regola di san Benedetto veniva ampiamente diffusa in Europa già un migliaio d’anni fa, segnatamente dall’ordine dei cistercensi fondato in Francia nel 1098.

Abbazia La Trappe

Nel corso dei secoli successivi, il desiderio di una maggiore sobrietà determinò alcune riforme. Nel diciassettesimo secolo, ciò diede luogo alla fondazione dell’Ordine cistercense della Stretta Osservanza. Tale evento si verificò nell’abbazia francese La Trappe, in Normandia, ed è per questo che quei monaci assunsero il nome di trappisti. Tutte le abbazie trappiste affiliate all’AIT appartengono a quest’ordine.

«San Benedetto da Norcia volle che i suoi monaci vivessero in comunità, unendo la preghiera e lo studio con il lavoro manuale (Ora et labora). Questa introduzione del lavoro manuale intriso di senso spirituale si rivelò rivoluzionaria. Si imparò a cercare la maturazione e la santificazione nell’intreccio tra il raccoglimento e il lavoro. Tale maniera di vivere il lavoro ci rende più capaci di cura e di rispetto verso l’ambiente, impregna di sana sobrietà la nostra relazione con il mondo.»

Papa Francesco, giugno 2015

NL

Welkom

Welkom
EN

Welcome

Welcome
FR

Bienvenue

Bienvenue
DE

willkommen

willkommen
IT

benvenuto

benvenuto
ES

bienvenida

bienvenida

Modifica delle preferenze dei cookie

Questo sito Internet utilizza cookie. Utilizziamo i cookie in modo che i visitatori abbiano una migliore esperienza con il nostro sito Internet. In aggiunta, utilizziamo anche cookie con finalità analitiche.

Maggiori informazioni sulla nostra ‘dichiarazione relativa alla tutela della vita privata’.

No, grazie Prima